La Transcivetta

La Transcivetta è una classica molto impegnativa di corsa in montagna, sia perché si svolge in gran parte in salita (con un dislivello di 1950 metri), sia perché si corre in coppia su un percorso di oltre 20 km, arrivata alla sua 40ª edizione, la Transcivetta compie 40 anni.

Dopo la partenza presso la località di Listolade, si sale lungo la Val Corpassa passando prima al Rifugio Capanna Trieste e poi, lungo una strada bianca, ci si dirige al Rifugio Mario Vazzoler.
Oltrepassate le casere Favretti, guadagnate alla fine di una rampa molto ripida, si corre lungo la Val Civetta prima di imboccare il sentiero che porta al Rifugio Tissi.
Di qui si scende verso un pianoro per risalire poi verso il Col Negro, con un sentiero che s’impenna sino alla Forcella.
Superato il lago di Coldai, ancora pochi metri e si giunge alla Forcella Coldai, da dove comincia la picchiata finale verso i Piani di Pezzè.

Oltre ai tantissimi partecipanti (tanti da richiedere l’istituzione di un numero massimo di concorrenti) ogni anno la manifestazione ospita migliaia di spettatori lungo tutto il tracciato ed in località Piani di Pezzè. Al termine della competizione presso l’arrivo ai Piani di Pezzè si svolge una divertente festa aperta a tutti con ottimo cibo e piatti tradizionali delle Dolomiti UNESCO, mercatino con stand di grossi brand tecnici, costumi tipici e musica, intrattenimento e naturalmente le premiazioni.

La Transcivetta non si rivolge solo ai runners più forti e più grandi ma dedica anche un’edizione ai più piccoli diventando Transcivetta Kids.
Con la classica si aggiunge un appuntamento presso i Piani di Pezzè che vede protagonisti i runners più piccoli. Il tracciato è più semplice, di 2,5 km in
un circuito con moderato dislivello lungo i prati dei Piani di Pezzè (Alleghe). La gara si tiene nel pomeriggio attendendo quindi l’arrivo dei più grandi ricevendo il loro supporto e il loro applauso, quando anche loro avranno portato a termine il loro sogno potranno indossare la maglia del finisher e custodire nella propria cameretta il loro trofeo la loro medaglia in attesa un giorno di poter correre tra i grandi, rendendosi conto comunque che loro un pò grandi lo sno già stati.